06
Luglio
16:00 — 20:00
Casa Bossi
via P. Lombardo, 4

Novara, Italia
Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

L'immagine può contenere: cielo e spazio all'aperto

Programma formazione 2018
Primo ciclo: Giugno – Luglio

Casa Bossi: Venerdì 6 luglio 2018
dalle 16.00 alle 20.00

NUOVI STRUMENTI PER LA CULTURA DEL PROGETTO: CREDITO D’IMPOSTA SULL’INNOVAZIONE E SVILUPPI DELLE APPLICAZIONI DIGITALI

Giancarlo Puddu, Direttore Generale di AurHeos BIA Srl
Piercarlo Rossi, Università di Torino

L’incontro prevede alcune sessioni in forma di workshop sulla base di casi e quesiti posti dai corsisti, per esempio simulando un percorso di CREDITO D’IMPOSTA SULL’INNOVAZIONE PER UN CASO SPECIFICO.

Le grandi prospettive della quarta rivoluzione industriale stanno investendo tutti i settori. Anche quello dei servizi professionali non è escluso. Sapersi muovere nel mare delle soluzioni digitali diventa fondamentale per il professionista oggi, nella strutturazione della propria attività così come nella proposizione avanzata dei propri servizi a clienti con esigenze sempre più evolute. Il ventaglio delle opportunità è molto ampio: cloud, data analytics, digital modeling & fabrication… gli esempi sono molteplici. Sono richieste nuove modalità di gestione della conoscenza, nuove regole di posizionamento e di ingaggio. Il tutto comporta un impatto economico: marginalità per questi servizi e capacità di mettere a reddito queste nuove competenze per le figure professionali coinvolte. In particolare sarà analizzato lo strumento del Credito d’imposta su in Ricerca e Sviluppo, che i professionisti in qualsiasi settore operino possono promuovere verso i più svariati soggetti economici che siano aperti alla crescita e all’innovazione.

La rete ha davvero reso residuali lo spazio e il tempo? Quale è il nuovo paradigma di spazi, geometrie e tempi nel mondo globalizzato e nell’era della (quasi…) piena disponibilità e condivisione digitale dei dati e delle informazioni? Quali impatti sia teorici sia pratici, quali prospettive e buone pratiche sono rese obsolete o messe a disposizione per i professionisti e il sistema produttivo? Da cosa dobbiamo sdoganarci come persone a nostra volta o a cosa dobbiamo fare riferimento per essere (quasi…) pieni attori il più possibile coscienti in questo scenario multivalente e interculturale? Quale geografia e quale cronologia adotta questa mondo digitale globalizzato? Discuteremo assieme sul ruolo della comunicazione e di cosa rimane/permane del significato di cultura legata ad un territorio in un mondo che nello spazio fisico agevola i flussi come mai prima e nello spazio digitale rende fortemente tra loro competitive – e non più ancillari l’una rispetto l’altra – la comunicazione su base sincronica e la comunicazione su base diacronica. La comunicazione interculturale quali coordinate segue? Quali e quanti soggetti riconosce nelle sue relazioni e come media la concorrenza della forte persistenza del passato rispetto ai tempi accelerati del mondo globalizzato? Persistenza, dinamicità, evoluzione e reinvenzione di luoghi delle professioni e del vivere fisico e digitale al tempo della generazione «Ryanair».

Piercarlo Rossi, Professore associato di Diritto comparato presso l’Università di Torino, già Ricercatore di Diritto privato comparato presso l’Università del Piemonte Orientale. Dopo il conseguimento del titolo di Dottore di ricerca in diritto comparato presso l’Università di Firenze, si è occupato di regolazione giuridica dei mercati e valutazione economica, con particolare riferimento al contesto europeo e asiatico. Lavora altresì sulle tematiche dell’innovazione e del digitale anche nell’ambito di progetti finanziati di sviluppo.

Giancarlo Puddu. Fondatore e direttore di AurHeos BIA Srl, società specializzata in comunicazione social media, e di altre società ed organizzazioni impegnate nella creazione di ecosistemi d’impresa, ingegnerizzazione delle attività produttive e loro posizionamento, valorizzazione di asset immateriali, mediazione culturale, internazionalizzazione e consulenza nel business development e investimenti. Startupper e curatore del posizionamento di numerosi blog e pagine social media nazionali e internazionali, ha sviluppato una piattaforma proprietaria costituita da una rete di oltre venti blog/pagine che sono impegnati nella promozione e valorizzazione del patrimonio culturale italiano rispetto al pubblico nazionale ed estero, con all’attivo oltre un milione di fan. Specializzato in inbound marketing, forma singoli e gruppi nelle dinamiche di ingaggio e nella creazione di contenuti ad alto impatto reputazionale e di divulgazione efficace per l’ambito professionale, agevolando la conversione dei destinatari in clienti e la loro fidelizzazione partecipativa.

L’incontro è aperto a tutti.

4 CFP per Architetti PPC.

Note informative e organizzative generali

Il Programma formazione 2018 fa riferimento ad una articolata sperimentazione di utilizzo di Casa Bossi come spazio privilegiato dell’apprendimento e dell’innovazione già svolta negli anni precedenti.

In particolare esso si avvale ora di un rafforzamento del partenariato tecnico e operativo che ne sostiene le attività progettuali e strategiche e che vede impegnati a vario titolo oltre 20 soggetti attivi nelle promozione culturale e professionale, nell’alta formazione e nel sostegno all’innovazione.

Il modello di tariffazione proposto viene concepito in chiave collaborativa per favorire il buon funzionamento e l’opportuna partecipazione a progetti presentati dal Comitato d’Amore per Casa Bossi e in fase di progressiva realizzazione e precisamente:

• Casa Bossi: SoftLab per l’eccellenza artigiana in attuazione del bando di Compagnia di San Paolo Valorizzazione dei patrimoni culturali.
• Casa Bossi: Spazio Co-Working ed Educational Context, in attuazione del bando Prospettiva di Fondazione Comunità Novarese Onlus.
• Casa Bossi: NOVARA SCHOLÈ un esperimento di C-SCHOOL (o Scuola di Connessione), ovvero la proposta “eutopica” di Diotima Society per organizzare la trasformazione del lavoro, dell’impresa, della finanza e dell’education. Un progetto che gode se sostegno della Fondazione Comunità Novarese Onlus.

Per tale scopo l’ingresso è a offerta minima 5 €, con possibilità di fare un abbonamento al primo ciclo pari a 50 € che sarà equiparato ad una sottoscrizione della quota di socio sostenitore del Comitato d’Amore per Casa Bossi. In tale ottica l’esibizione della tessera di socio sostenitore favorirà automaticamente l’accesso agli incontri.

Per chi fosse già socio nella forma di simpatizzante (10 €) oppure ordinario (25€) sarà possibile acquisire lo status di socio sostenitore pagando la semplice differenza nei rispettivi casi. In tal caso si consiglia di esibire la tessera attualmente in essere che verrà sostituita con quella di socio sostenitore. Complessivamente il primo ciclo si compone di 12 incontri. Tra questi, alcuni appuntamenti risultano gratuiti, per particolari condizioni organizzative.

In generale si richiede a tutti i partecipanti un’adesione consapevole rispetto ad alcune forme e approcci sperimentali che saranno adottati, all’impegno in gran parte di carattere “volontaristico” da parte di molti dei soggetti coinvolti, dalla tensione verso forma di ibridazione disciplinare e dal fatto che quasi tutti i docenti si sono messi a disposizione per la nobile causa di Casa Bossi a titolo gratuito o con semplice rimborso spese per chi viene da lontano. L’offerta formativa è aperta a tutti e prevede CFP per gli iscritti Ordine Architetti PPC provincia di Novara e VCO.

 

Dettagli

Data:
6 Luglio 2018
Ora:
16:00 - 20:00